Non ho fretta di scoprirti...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  ciaccarella il Sab Lug 03, 2010 3:51 pm


Ciao, io vengo da un'esperienza diversa perchè nel mio passato ci sono solo stati uomini, pochi!
E per via delle mie scelte religiose, sono arrivata vergine al matrimonio!
Ovviamente, essendo io lesbica da sempre, scoprire il sesso per la prima volta con un uomo, non è stato gratificante e piacevole!
Oggi ho una compagna che amo molto, lesbica da sempre anche lei, e molto più esperta di me!
Il sesso, anzi, il fare l'amore, è arrivato con calma, gradualmente, perchè per me è sempre stata una cosa molto forte ed importante, che ha un valore profondo nella mia vita!
Lei è stata molto paziente, e tutt'oggi mi aiuta a vivere il mio rapporto con il sesso sempre meglio!
Sono dell'idea, e parlo in generale, che la fretta non sia quasi mai una buona consigliera, e sebbene a volte i desideri della carne siano più forti di quelli dello spirito, viva dio, consiglio sempre a tutti di fare le cose solo quando ci si sente veramente pronti...quindi ognuno a suo tempo!!
avatar
ciaccarella

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 03.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  piccolaluce il Dom Mag 30, 2010 1:13 am

ROBY80 ha scritto:noi siamo cattoliche e omosessuali e non potendoci sposare non abbiamo nessuna meta di castità prematrimoniale da raggiungere, però come cristiane cosa potrebbe essere per noi un tempo di attesa prima di scoprirci da un punto di vista fisico? ve ne parlo perchè sto facendo un cammino dove viviamo i consigli evangelici (castità povertà,obbedienza) nella nostra vita secondo il nostro stato (laico) e mi interrogo da quando sto riaffrontando la mia parte omo come potrei vivere la castità con una donna secondo il mio stato...

CIAO ROBY...MI CHIEDO QUESTA COSA DA TEMPO...PERCHè PROPRIO COME DICI TU NON ABBIAMO NOI LA POSSIBILITà DI UN MATRIMONIO O DI UNA BENEDIZIONE...E QUINDI QUESTO TEMPO DI ATTESA A COSA SERVE? QUALE INDIRIZZO DARE?
TI DICO UN PO' LA MIA E SPERO DI NON SCANDALIZZARE NESSUNA ...IO HO CONOSCIUTO COLEI CHE è LA MIA FIDANZATA IN UN FORUM CHE NON C'ENTRA NULLA CON L'OMOSESSUALITà...QUINDI NON ERO IN CERCA DI UN INNAMORAMENTO (ANZI ERA L'ULTIMA COSA CHE VOLEVO)....IL GIORNO IN CUI PER LA PRIMA VOLTA HO VISTO LA SUA FOTO COME AVATAR MI SONO SENTITA STRINGERE FORTE IL CUORE..HO AVUTO PAURA CHE FOSSE UN INFARTO Suspect ....
NOI VIVIAMO PRECISAMENTE (CALCOLO FATTO CON GOOGLE MAPS DALLA MIA VIA ALLA SUA) A 1.455 km DI DISTANZA...IO SICILIA E LEI FRIULI VENZIA GIULIA...CI SIAMO INNAMORATE PRIMA DELLE NOSTRE ANIME...ABBIAMO IMPARATO A CONOSCERCI UN PO' (ALL'INIZIO è STATO DIFFICILE...IO 28 ANNI E INESPERIENTE, LEI 37 ANNI CON UN PO' DI ESPERIENZA, DIFFERENZE CULTURALI), ABBIAMO IMPARATO A RIDERE INSIEME...CI SIAMO INCONTRATE SOLO DOPO 4 MESI DI INCONTRI PUNTUALI PER EMAIL, PER TEL, PER CHAT O VIDEO CHAT.
ABBIAMO, PRIMA DEL MIO ARRIVO A TRIESTE, ACCENNATO ALLL'ARGOMENTO FISICITà E LEI MI HA DETTO: 'FAREMO TUTTO CON CALMA...PIANO PIANO, FAREMO SOLO QUELLO CHE SENTIRAI DI FARE...NON FORZARTI IN NULLA.' QUESTA COSA MI HA DATO PACE.
QUANDO CI SIAMO VISTE ALLA STAZIONE IO SONO ANDATA IN TILT...MI SONO RESA CONTO CHE 'IL TUTTO' ERA MOLTO PIù FORTE E BELLO DI QUELLO CHE IMMAGINAVO...
BEH...MORALE DELLA FAVOLA....PER ME VIVERE LA CASTITà SIGNIFICA, COME SEMPRE DICO, ACCOSTARMI ALLA MIA COMPAGNA CON DOLCEZZA, ESSENDO IO DONO PER LEI, CERCANDO DI ACCOGLIERE, PROTEGGERE, RISPETTARE...LA CASTITà RIGUARDA TUTTI, ANCHE LE COPPIE SPOSATE ( NE CONOSCO DI COPPIE CHE PENSANO DI POTER FARE DI TUTTO SOLO PERCHè SONO SPOSATI...MA NON è COSI)....IO PENSO CHE SE NON SI VIVE COME DONAZIONE, MA CON RAPACITà E POSSESSO, SI PERDE IL SENSO DELLO STARE INSIEME, DEL CONDIVIDERE ATTIMI DI TENEREZZA. IN FONDO DI QUESTO SI TRATTA...è SEMPLICEMENTE UN COMPLETAMENTO DI QUELLO CHE VIVIAMO OGNI ATTIMO....LA CORPOREITà è UNA INFINITESIMA PARTE DELLO STARE INSIEME....SE NON C'è DIALOGO, SE NON C'è RISPETTO DELL'ALTRO E PRIMA DI SE STESSE...SI SBAGLIA TUTTO. ALTRA COSA LA PROGETTUALITà. IO HO DECISO DI STARE CON LEI E LEI CON ME...NOI DESIDERIAMO COSTRUIRE OGNI GIORNO LA NOSTRA STORIA...CHE AFFIDIAMO COSTANTEMENTE A DIO...CREDO CHE QUESTO PASSAGGIO SIA ESSENZIALE...PER ME NON POTREBBE ESSERE ALTRIMENTI. FISICITà SENZA PROGETTUALITà NON è PENSABILE PER ME.
ALTRA COSA. IO ORA VIVO IN SICILIA...MA SUBITO DOPO LA LAUREA ( OTTOBRE SE TUTTO VA BENE) IO ANDRò IN CERCA DI LAVORO A TRIESTE O CMQ ZONA DI TRIESTE...MA NOSTRA IDEA NON è QUELLA DI ANDARE SUBITO A VIVERE INSIEME...NOI SENTIAMO IL BISOGNO DI COSTRUIRE PIANO PIANO...E CAMMINARE INSIEME....POI SI VEDRà, MA SOLO DOPO AVER VISSUTO DA FIDANZATE VICINE E NON A DISTANZA POTREMO CAPIRE...

OPS...SARò ANDATA OFF TOPIC???
avatar
piccolaluce

Messaggi : 697
Data d'iscrizione : 03.04.10
Età : 35
Località : sicilia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

non ho fretta di scoprirti

Messaggio  ROBY80 il Gio Mag 27, 2010 7:40 pm

noi siamo cattoliche e omosessuali e non potendoci sposare non abbiamo nessuna meta di castità prematrimoniale da raggiungere, però come cristiane cosa potrebbe essere per noi un tempo di attesa prima di scoprirci da un punto di vista fisico? ve ne parlo perchè sto facendo un cammino dove viviamo i consigli evangelici (castità povertà,obbedienza) nella nostra vita secondo il nostro stato (laico) e mi interrogo da quando sto riaffrontando la mia parte omo come potrei vivere la castità con una donna secondo il mio stato...
avatar
ROBY80

Messaggi : 197
Data d'iscrizione : 23.05.10
Età : 37
Località : milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  AngelGirl il Mer Mar 31, 2010 4:45 pm

Io tutte le storie he ho avuto, sono nate con ragazze che ho conosciuto tramite internet in vari forum o siti. Ho conosciuto così anche qulla che da 3 anni è oramai la mia migliore amica, lesbica come me Very Happy. Per cui non sono assolutamente contraria alle conoscenze su internet. Anche se è normale che per formare un qualsiasi tipo di legame, d'amore o di amicizia con una persona, bisogna frequentarsi, conoscersi e viversi giorno per giorno.
L'amore va coltivato e penso che trovare la persona giusta, quella che ci ama veramente nello stesso modo in cui noi amiamo lei, sia davvero difficile.
Spesso piu' che innamorarci, prendiamo delle cotte. o si è attratti fisicamente o caratterialmente da una persona a ui tendiamo a legarci e per cui sentiamo di provare uan forte emozione, ma l' amore è ben altra cosa.
Io distinguo nell' amore, tante fasi: si parte dalla simpatia verso una persona che può attrarmi per il suo modo di essere o per interessi che ci accomunano; si passa poi a far sì che quella persona mi piaccia, mi dia emozioni; l'innamoramento e poi l'amore, che sconvolge interamente i sensi e ci rincretinisce Shocked .
Io sento di aver amato davvero soltanto una ragazza fino ad ora e penso anche che l'amore vero, quello con la A maiscola possa provarsi poche volte nella vita, se non addirittura una sola volta. E mi rendo conto di aver amato davvero soltanto lei, perchè a distanza di 3 anni, nonostante la storia sia finita, i ricordi di lei continuano spesso a scaldarmi il cuore e a volte ancora le penso ed è l'unica ad avermi preso interamente la mente e l'anima e cui nonostante tutto mi sento ancora profondamente legata, anche se ora le voglio un mondo di bene.
avatar
AngelGirl

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 31.03.10
Età : 33
Località : Catanzaro

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  cinzia il Ven Gen 29, 2010 11:53 am

...a proposito cara Rosa, dimenticavo: benvenuta sul forum! ti aspettavamo....

Cinzia
avatar
cinzia

Messaggi : 1255
Data d'iscrizione : 10.01.10
Età : 47
Località : milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Sororità

Messaggio  Rosa Elena il Ven Gen 29, 2010 10:30 am

Carissime,

che bella questa conversazione l'ho scoperta solo ora! Che dirvi, anche io lavoro nell'ambito educativo. Per ovviare ad ogni possibile ambiguità, come raccontavo già ad alcune di voi, ho deciso di dichiarare la mia omosessualità ad una carissima collega, colta, raffinata, simpatica ma irrimediabilmente...pettegola. Così oggi tutti i miei colleghi lo sanno, ma fanno finta di non sapere. Il risultato è che nessuno mi chiede nulla della mia vita privata. E ne sono felice. Da tanti amici gay ho imparato a ridere quando ti fanno una battuta cafona, a rispondere con un'altra battuta, ad esercitare un sano senso dell'umorismo che fa bene sempre. Ma non mi capita spesso.

Sui progetti di vita insieme è proprio dura. Ma su questo io non mi faccio più problemi. Ho capito che i cammini divini sono silenziosi, non amano la pubblicità, si mantengono ben lontani dalla televisione e dalla stampa, non hanno nulla a che vedere con il successo umano. E che sono lenti, perchè forse il tempo divino è molto più saggio di quello umano e ci dà sempre la possibilità di maturare piano piano. Intendo, come già diceva egregiamente Cinzia, che oggi ciò che attira l'attenzione non è più la coppia stabile, ma l'incostanza, il continuo cambio e scambio, sia in ambito etero che omo. Una mia amica femminista diceva che purtroppo anche le lesbiche hanno finito con il copiare i modelli maschili gay dimenticando la sororità, la complicità femminile, il sostegno tra donne. Chissà non abbia ragione.

Un abbraccio a voi e un augurio di buona giornata

Rosa
avatar
Rosa Elena

Messaggi : 149
Data d'iscrizione : 04.01.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  Sarya il Ven Gen 29, 2010 12:04 am

Sono contenta ti sia piaciuta Freedom, temevo di essere andata off topic postandola Embarassed Embarassed Embarassed

Prendo in mutuo e faccio mie gli ultimi versi: "Non dobbiamo continuare a temere i contrasti, i conflitti e i problemi con noi stessi e con gli altri
perché perfino le stelle, a volte, si scontrano fra loro dando origine a nuovi mondi" Very Happy

Un abbraccio
avatar
Sarya

Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 01.01.10
Località : Costiera Sorrentina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  freedom il Gio Gen 28, 2010 1:27 am

Grazie Sarya per queste parole.. ho la lacrimuccia.. Sad
avatar
freedom

Messaggi : 227
Data d'iscrizione : 03.01.10
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  Betty il Mer Gen 27, 2010 9:20 pm

povera Anita!!! ambiente più difficile e delicato non ti poteva capitare,
hai tutta la mia comprensione anche perchè lo conosco perfettamente..
Non c'è un posto "al sole" per noi in ambito educativo che si tratti di una struttura pubblica o privata, passano ai "raggi x" gli educatori figuriamoci se omossessuali.
Capisco la preoccupazione di un genitore avere molta attenzione ma la cosa che più "dispiace" è che diventano meno intransigenti quando si tratta di educatori separati, con l'amante, non credenti, disinteressati......(voglio precisare la mia non vuole essere una polemica ognuno fa ciò che la coscienza suggerisce).
cara Anita continuando con Dante.."non ti curar di loro ma guarda e passa".


p.s. condivido con Cinzia, ritrovare le proprie orme è piacevole e rassicurante, allora mi sorge una domanda..."diverse da chi?" ciao!
avatar
Betty

Messaggi : 446
Data d'iscrizione : 23.01.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  Sarya il Mer Gen 27, 2010 5:50 pm

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono reso conto
che la sofferenza e il dolore emozionali sono solo un avvertimento
che mi dice di non vivere contro la mia verità.
Oggi so che questo si chiama AUTENTICITA’

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho capito
com’è imbarazzante aver voluto imporre a qualcuno i miei desideri,
pur sapendo che i tempi non erano maturi e la persona non era pronta,
anche se quella persona ero io.
Oggi so che questo si chiama RISPETTO PER SE STESSI.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho smesso
di desiderare un’altra vita e mi sono accorto che tutto ciò che mi circonda
é un invito a crescere.
Oggi so che questo si chiama MATURITA’.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho capito di trovarmi sempre
ed in ogni occasione al posto giusto nel momento giusto e che tutto quello
che succede va bene.
Da allora ho potuto stare tranquillo.
Oggi so che questo si chiama RISPETTO PER SE STESSI.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho smesso di privarmi del mio tempo libero
e di concepire progetti grandiosi per il futuro.
Oggi faccio solo ciò che mi procura gioia e divertimento,
ciò che amo e che mi fa ridere, a modo mio e con i miei ritmi.
Oggi so che questo si chiama SINCERITA’.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono liberato di tutto ciò
che non mi faceva del bene: cibi, persone, cose, situazioni e da tutto ciò
che mi tirava verso il basso allontanandomi da me stesso,
all’inizio lo chiamavo “sano egoismo”, ma oggi so che questo è AMORE DI SE’

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho smesso di voler avere sempre ragione.
E cosi ho commesso meno errori.
Oggi mi sono reso conto che questo si chiama SEMPLICITA’.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono rifiutato di vivere nel passato
e di preoccuparmi del mio futuro.
Ora vivo di più nel momento presente, in cui TUTTO ha un luogo.
E’ la mia condizione di vita quotidiana e la chiamo PERFEZIONE.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono reso conto che il mio pensiero può
rendermi miserabile e malato.
Ma quando ho chiamato a raccolta le energie del mio cuore, l’intelletto è diventato
un compagno importante.
Oggi a questa unione do’ il nome di
SAGGEZZA DEL CUORE.

Non dobbiamo continuare a temere i contrasti, i conflitti e i problemi con noi stessi e con gli altri
perché perfino le stelle, a volte, si scontrano fra loro dando origine a nuovi mondi.

Oggi so che QUESTA è LA VITA!

Charlie Chaplin – in occasione del suo 70° compleanno
avatar
Sarya

Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 01.01.10
Località : Costiera Sorrentina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  cinzia il Mer Gen 27, 2010 12:49 pm

molto bello davvero, anche ritrovare orme simili alle proprie, finalmente!
ho interrotto il mio corso di studi in magistero di scienze religiose (l'apollinnare a roma, per chi lo conosce, opus dei..) quando mi sono resa conto che sarebbe stato impossibile, e davvero poco furbo, cercare di mantenermi facendo della teologia. avrebe significato, in Italia, rinnegare me stessa e vivere nella doppiezza e nella menzogna strutturale. ho preferito un ambiente di lavoro magari brutale, sicuramente motivato dalla ricerca del lucro, dove pero` le cose sono dette fuori dai denti, e alla fine tu vali per come lavori, e se lavori bene, a nessuno frega della tua vita privata. Anche qui devo muovermi con intelligente cautela ma l'ambiente laico mi permette molta piu` liberta` e sincerita` dei quello religioso. Paradossale vero?
Eppure ho anche incontrato tanti consacrati che non si sono scandalizzati di me. Mi chiedo se davvero la curialita` oppressiva che ancora aleggia nella chiesa italiana avra` ancora lunga vita, o anche per il nostro paese stia per aprirsi inevitabilmente un'epoca di sana divisione degli ambiti, e di maggiore rispetto per la coscienza dei credenti...questo paese dove Dante ha teorizzato la distinzione tra chiesa e impero gia` qualche secolo fa....

grazie delle vostre belle riflessioni!
avatar
cinzia

Messaggi : 1255
Data d'iscrizione : 10.01.10
Età : 47
Località : milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  anita il Mer Gen 27, 2010 1:14 am

Come non essere d'accordo convoi
Io ho una piena consapevolezza di me stessa e ringrazio il buon Dio per quello che sono, perché sue sono le mani che mi hanno plasmata in questo modo, anche se penso che se fossi stata etero forse la mia vita sarebbe stata più semplice, perciò qualche volta mi vien da dire "accidenti"...
tuttavia non desidero nascondermi... desidero che le persone che hanno un legame di intimità con me mi conoscano senza segreto.
La mia famiglia sa di me, così come molti dei miei amici e tra questi vi sono diversi religiosi.
Ma inutile dire che ci sono luoghi in cui la nostra "balorda" società italiana ci mette ancora nella condizione di dover tacere quello che siamo.
Io mi occupo di educazione e so che in quell'ambito non posso espormi, perché il pregiudizio di chi mi dà lavoro e di chi mi affida i propri figli potrebbe compromettere il mio lavoro e con esso il contributo che io posso dare alla vita di quei ragazzi che mi sono affdati.
Ho un Magistero in Scienze Teologiche, sarei un'insegnante di religione, ma non posso permettermi di ambire a questo ruolo, perché se la chiesa venisse a conoscenza di come conduco la mia vita "privata" mi taglierebbe fuori.
Qualche anno fa questo mi faceva rabbia. Oggi mi sono rasserenata. Non scalpito più e mi accontento di potermi dire a chi è in grado di accogliermi.

E' bello confrontarsi e condividere. Grazie
avatar
anita

Messaggi : 834
Data d'iscrizione : 20.01.10
Età : 45
Località : bergamo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  Betty il Mar Gen 26, 2010 11:42 pm

mi trovi ancora d'accordo, non è facile riconoscersi e sopratutto accettarsi, è un cammino a volte lungo, faticoso e il prezzo da pagare spesso è molto alto,sia che si decida di vivere allo "scoperto" o no, il richio di essere isolati perchè "diversi" o di isolarci perchè ci si sente"diversi" comunque vada il risultato non cambia.
Come porre dunque rimedio?
Non so se esiste una risposta universale, io credo che una persona indipendentemente dalle sue scelte di vita dovrebbe sempre essere in cammino, per se stessa, cioè per raggiungere quella serenità interiore necessaria per affrontare le avversità. La vita è un una continua evoluzione fa la differenza esserne consapevoli,non ci toglie il peso ma lo rende più leggero, più gestibile. Il giusto discernimento è frutto di impegno e per che crede in Dio di tanta preghiera. Rientrare frequentemente in sè stessi aiuta ed assumere un ritmo pacato anche quando si deve agire esteriormente.


Bè stop...sto diventando troppo contorta e seria... affraid
CIAO.


p.s ancora d'accordo forum interessante!!!!
avatar
Betty

Messaggi : 446
Data d'iscrizione : 23.01.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  cinzia il Mar Gen 26, 2010 4:09 pm

credo che tu abbia centrato un punto nevralgico, in effetti. impegnarsi comporta passare ad un altro livello di responsabilita` nella vita, che ha costi e rischi diversi. non e` certo quello che viene propangandato attraverso i media e la 'cultura' del consumismo che predomina attualmente. cio` interroga tutti, non solo noi omosessuali che spesso siamo visti in modo stereotipato come inaffidabili incerti o capricciosi.

rimangono pero` anche ferme le enormi difficolta` di riconoscimento ed accettazione che noi dobbiamo vivere e gestire per tutta la vita e che certo non aiutano ad impegnarsi in un progetto.

che bello che escano argomenti interessanti di cui parlare in questo forum!!!
avatar
cinzia

Messaggi : 1255
Data d'iscrizione : 10.01.10
Età : 47
Località : milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  Betty il Lun Gen 25, 2010 9:33 pm

Capisco e condivido le motivazioni di tutte e tre, secondo me però il problema sta a monte, cioè oggi sono poche le coppie omossessuali ed etero che parlano di un PROGETTO di vita e di coppia. Sovente per lavoro avvicino coppie sposate e ricorre spesso la frase "ci siamo sposati perchè ci sembrava giusto". Ma cosa vuol dire? Sento raramente dire "abbiamo deciso di vivere insieme e costruirci una vita insieme".
Forse e sottolineo forse,il problema non sta nel riconoscere di avere un orientamento o un altro, accettarsi o meno, forse c'è tanta paura di vivere impegnandosi. Concedetemi una frase fatta, "oggi ciò che conta è apparire" a seconda dell'ambiente in cui si vive, sentiamo (parlo per tutto il genere umano omo ed etero) spesso il bisogno di doverci giustificare agli occhi degli altri, di avere l'approvazione degli altri.
Il mondo è bello perchè è vario e per fortuna persone pronte a mettere in gioco tutta la vita per un progetto di vita e d'amore esistono ancora, bisogna avere fede, fiducia, tempo per conoscere l'altro.
Spero di essere stata suffucientemente chiara, esaustiva no, non volevo dilungarmi troppo.
avatar
Betty

Messaggi : 446
Data d'iscrizione : 23.01.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  cinzia il Lun Gen 25, 2010 6:08 pm

vedo che il problema del non voler riconoscere la situazione e dire le cose con il loro nome e` molto diffuso. mi chiedo come si possa avere una relazione amorosa con una persona del proprio sesso e insistere a dire che non si e` omosessuali. sono stata 12 anni con una donna che non ha mai riconsciuto l'orientamento della nostra relazione, ha sempre premurosamente distinto tra voi (omosessuali) e noi (eterosessuali) pur stando con me e avendo una relazione con me a tutti gli effetti. l'impossibilita` di giungere a pienezza tra noi, e di vivere in piena coscienza di me stessa e della nostra coppia, assieme ai tanti fattori e difficolta` che sappiamo, ha fatto spegnere questo legame. ho capito cosi` che c'e` una grande differenza tra innamorarsi, voler bene a una donna, e fare un progetto con lei. per fare un progetto bisogna prima aver fatto un percorso di crescita e accettazione della propria omosessualita`, che include un certo grado di coming out e soprattutto dire a se stessa sono lesbica, e mi va bene cosi`. sino a quando non si arriva a questo punto non ho piu` fiducia che possa nascere una relazione matura, durevole ed equilibrata.
avatar
cinzia

Messaggi : 1255
Data d'iscrizione : 10.01.10
Età : 47
Località : milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  freedom il Sab Gen 23, 2010 11:55 pm

anita ha scritto:
Ho poi conosciuto un'altra donna in rete, ci siamo innamorate delle nostre anime prima che dei nostri corpi, ci siamo ritrovate molto dissimili, per percorsi di vita, per interessi e per età (lei ha 13 anni più di me), ci siamo viste per la prima volta circa 5 mesi dopo il nostro incontro virtuale e per una serie di vicissitudini che mi hanno costretta ad un trasferimento verso il nord, dopo un anno e mezzo abbiamo cominciato a convivere... lo facciamo tutt'ora.
Ci lega certamente l'amore, ma le differenze tra noi ci mettono molto in difficoltà e la nostra relazione è un fuoco sempre acceso (non mi riferisco alla passione, ma alle scintille), di fatto spesso mi ritorvo a chiederemi: se avessi avuto più tempo prima, se avessimo vissuto nella stessa città, se avessimo fatto più a lungo le "fidanzate", ci saremmo scelte comunque? Per inciso anche lei non ama definirsi e "non le piacciono le donne".
Ok... potrei continuare, ma non voglio approfittare della vostra disponibilità, mi sembra di aver già scritto abbastanza. Comunque, si, credo che il modo e il tempo che due persone si danno per conoscersi sia fondamentale in una relazione.

Anita anche io ho una relazione con una donna molto più grande.. una differenza d'età che supera di un po' la vostra a dire il vero.. Cool Nel nostro caso manca il discorso "non pronunciarsi/non definirsi", anche se lei ha fatto già da tempo il suo coming out e io no, e so che in quel momento sarà molto dura ma dovrò farlo. Ma ultimamente, visto che lei si trova in una situazione economica molto precaria (mentre io vivo ancora con i miei genitori e certi problemi della vita li conosco solo di striscio), mi sto rendendo conto di quanto a volte sia difficile convivere con una situazione del genere. La amo da morire, ma a volte mi sento troppo piccola per affrontare la vita con lei.. però al tempo stesso voglio lottare fino in fondo per questo sentimento in cui credo, e prenderò il futuro per quello che sarà.
Scusa se ho divagato dal tuo discorso, ma penso che - anche se ognuna di noi ha la sua situazione particolare -, mi rendo al tempo stesso conto che quando tra due persone c'è una forte differenza d'età non è un punto di forza dire "Ah, ma intanto non la sentiamo". Una volta una persona mi ha giustamente detto che per amore si possono cambiare tante cose, ma l'età è l'unica cosa che ci dobbiamo tenere: e la forza della coppia sta proprio nel sentire questa differenza d'età e viverla per quella che è, nel bene e nel male. E quel che sarà, sarà..
avatar
freedom

Messaggi : 227
Data d'iscrizione : 03.01.10
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  anita il Ven Gen 22, 2010 7:54 pm

viviamo nella stessa città e abbiamo potuto conoscerci e appunto "scoprirci" con tutta la calma prima di capire che volevamo essere più che amiche... ma praticamente tutte le mie amiche lesbiche hanno conosciuto le rispettive compagne via internet, dove le varie fasi della conoscenza reciproca tendono a stravolgersi...
Cinzia, la tua affermazione mi fa sentire molto coinvolta, perché mi sento in parte chiamata in causa.
Io ho avuto una relazione di circa 9 anni con la mia prima compagna, come tu dici, conosciuta nella "vita reale": per due anni abbiamo vissuto in due città diverse e per altri 7 abbiamo convissuto.
Posso dire che ci "conoscevamo" abbastanza (chi può dire di conscere l'altro completamente), eravamo anche simili per molti cose, sia per l'aspetto, sia per gli interessi, sia per percorsi di vita più o meno somiglianti.... su una cosa però ci scontravamo spesso: lei aveva il terrore che si sapesse della nostra relazione, era un continuo nascondimento, anche la convivenza era parecchio "acrobatica", perché ufficialmente avevamo due case, due indirizzi... la sua frase più frequente era: "non mi piacciono le donne, mi piaci tu" (di fatto chi tra le due aveva avuto storie precedenti con altre donne era lei, mentre io ero la "neofita"), comunque sia... ci siamo lasciate... l'ho lasciata... l'amore se n'è andato.
Ho poi conosciuto un'altra donna in rete, ci siamo innamorate delle nostre anime prima che dei nostri corpi, ci siamo ritrovate molto dissimili, per percorsi di vita, per interessi e per età (lei ha 13 anni più di me), ci siamo viste per la prima volta circa 5 mesi dopo il nostro incontro virtuale e per una serie di vicissitudini che mi hanno costretta ad un trasferimento verso il nord, dopo un anno e mezzo abbiamo cominciato a convivere... lo facciamo tutt'ora.
Ci lega certamente l'amore, ma le differenze tra noi ci mettono molto in difficoltà e la nostra relazione è un fuoco sempre acceso (non mi riferisco alla passione, ma alle scintille), di fatto spesso mi ritorvo a chiederemi: se avessi avuto più tempo prima, se avessimo vissuto nella stessa città, se avessimo fatto più a lungo le "fidanzate", ci saremmo scelte comunque? Per inciso anche lei non ama definirsi e "non le piacciono le donne".
Ok... potrei continuare, ma non voglio approfittare della vostra disponibilità, mi sembra di aver già scritto abbastanza. Comunque, si, credo che il modo e il tempo che due persone si danno per conoscersi sia fondamentale in una relazione.
avatar
anita

Messaggi : 834
Data d'iscrizione : 20.01.10
Età : 45
Località : bergamo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  cinzia il Ven Gen 22, 2010 2:22 pm

si, credo che non ci bastera` la vita per raggiungere questo equilibrio, e pero` credo anche che sia nostro dovere 'sociale' lavorare su di noi per cercare di bilanciare i condizionamenti esteriori con una sempre maggiore liberta` interiore.
in questi mesi sto anche riflettendo sul ruolo che il movimento omossessuale ha avuto negli anni anche recenti, in Europa e negli USA, grazie al quale ora possiamo vivere con molta maggiore liberta` scoprirci e vivere da omosessuali rispetto anche solo a 20 anni fa. i miei esordi di ragazza si sono svolti in un clima ben diverso e molto piu` difficile di ora. non c'era nulla, si viveva in un clima di clandestinita`. parlare di fede e omosessualita` era pressoche` impossibile. ora sono cambiate molte cose, c'e` internet ad es, e penso quindi che l'apporto e la testimonianza che diamo oggi sara` di beneficio a chi verra` domani.
avatar
cinzia

Messaggi : 1255
Data d'iscrizione : 10.01.10
Età : 47
Località : milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  freedom il Gio Gen 21, 2010 11:34 pm

Penso anche io che la forma peggiore di omofobia sia quella che tanti/e omosessuali hanno nei confronti di sé stessi... io in fondo ci ho messo solo alcuni mesi a pronunciare la frase "sono lesbica", dal momento in cui ho inconsciamente iniziato a provare dei sentimenti in questo senso... ma non ho ancora fatto il coming out se non con una mia amica, e ovviamente con le amiche della mia compagna. Di sicuro la società che ci circonda non aiuta ad affrontare questo percorso, e di conseguenza anche il percorso di coppia, nel modo più sereno possibile.. bisognerebbe (e non è sempre facile!) trovare il giusto equilibrio fra il proprio modo di amare e i condizionamenti esterni.
avatar
freedom

Messaggi : 227
Data d'iscrizione : 03.01.10
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  cinzia il Gio Gen 21, 2010 2:03 pm

io penso che spesso, anche a causa del percorso difficile e anche tortuoso che una donna, che si scopre e dice lesbica, ha dovuto affrontare, non si riesce a sviluppare una capacita di relazione equilibrata e matura allorche` incontra un'altra donna con cui puo` stabilire una relazione amorosa vera e propria. spesso la prima e magari anche la seconda storia importante falliscono proprio per incapacita` a gestire.
certamente un avvicinamento progressivo anche in termini di intimita` puo` aiutare la conoscenza profonda e quindi anche il crescere di un amore profondo e solidale, se pero` entrambe riescono a superare i tanti problemi che si presentano anche legati all'omofobia interiorizzata oltre che all'inevitabile se pure parziale coming out.
ho avuto una relazione di piu` di 10 anni che alla fine e` terminata per la profonda omofobia della mia partner, che viveva con me una relazione d'ampre vera e propria, ma non accettava di dirsi omosessuale quindi non arrivava mai ad accettare completamente l'orientamento del ns legame pure fortissimo (quando glielo dicevano gli altri lei andava in escandescenze, alla fine con estrema fatica l'ho lasciata alla sua deriva etero senno` ci avrei rimesso la salute, ora cerca marito come una forsennata, auguri!).
avatar
cinzia

Messaggi : 1255
Data d'iscrizione : 10.01.10
Età : 47
Località : milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  freedom il Gio Gen 21, 2010 1:20 am

Il titolo del topic è tratto dal verso di una canzone, ma secondo me rispecchia molto bene uno dei modi di vivere l'amore. Io ho avuto la fortuna di incontrare la mia compagna nella "vita reale", viviamo nella stessa città e abbiamo potuto conoscerci e appunto "scoprirci" con tutta la calma prima di capire che volevamo essere più che amiche... ma praticamente tutte le mie amiche lesbiche hanno conosciuto le rispettive compagne via internet, dove le varie fasi della conoscenza reciproca tendono a stravolgersi...
Secondo voi lo scoprirsi lentamente è un modo per arricchire l'amore, o si arriva a un certo punto in cui "ci si è già detto tutto e va bene così"? Voi come lo vivete/l'avete vissuto?
avatar
freedom

Messaggi : 227
Data d'iscrizione : 03.01.10
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ho fretta di scoprirti...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum